Chi siamo

gardart

GardArt è un’associazione culturale no-profit nata nell’agosto del 2005 dalla passione per il teatro e la musica. Nasce a Desenzano del Garda nel suo nucleo d’ispirazione, ma già da qualche tempo si sta allargando nel territorio nazionale grazie soprattutto alla fitta rete di relazioni umane.

La missione: Per GardArt la cultura è considerata come strumento indispensabile per la crescita e la sana realizzazione dell’essere umano e il teatro e la musica tra le sue espressioni migliori, in cui contenuti di valore possono essere veicolati attraverso la bellezza della forma.

La storia: L’idea nasce da un gruppo eterogeneo di persone che appartengono a settori solo apparentemente molto lontani: Don Luigi Trapelli, sacerdote, cappellano provinciale della Polizia di Stato di Verona, Pasquale De Sisto, agente e istruttore della scuola Allievi Agenti di Polizia di Peschiera del Garda e Laura Gambarin, attrice professionista, residente a Manerba del Garda, Brescia. Da loro nasce il primo progetto che vede la luce nel Maggio 2005 al teatro Martinelli di Sandrà, Verona: un monologo teatrale ispirato al testo biblico di Giobbe, testo monumentale e modernissimo sui temi della sofferenza e della fede. Da quel Maggio, per Giobbe parte un lungo viaggio che dura tuttora e che allarga di continuo la sua espansione e raggiunge luoghi e realtà diverse, dalle parrocchie ai teatri, dai Santuari alle comunità Exodus, dagli ospedali alle carceri, nelle province di Verona, Brescia, Mantova, Genova, Venezia, Bologna, Roma, e che spinge il gruppo a proseguire con altri progetti. Nel Febbraio 2006 approda a GardArt un’altra figura fondamentale per il gruppo, Gianluigi La Torre, che è pianista e cantante. Al teatro si unisce così la musica, il canto e la danza e tra i due artisti del gruppo, oltre al legame personale che li vede sposati nel 2007, nasce un sodalizio professionale che dà vita a numerosi altri progetti: primo fra tutti, un nuovo spettacolo in forma di musical a due voci sul Cantico dei Cantici, dal testo sapienziale della Bibbia.

Tra le varie serate di musica e letture, ricordiamo “Eppure lo amo, lettere di eroine” lettura teatrale affidata a Laura Gambarin, con il testo a cura della scrittrice Elena Pigozzi tratto dalle “Eroidi” di Ovidio. Frutto della primavera 2008 è l’ultimo spettacolo in forma di monologo, “Francesco chino sulla culla del mondo”, un viaggio teatrale accanto a S. Francesco D’Assisi. Nel 2009 debutta “In nome della madre”, riduzione teatrale dell’omonimo romanzo di Erri de Luca. Nello stesso anno a Giugno, Laura e Gianluigi collaborano con un’attrice milanese, Federica Armillis in una lettura teatrale intitolata “Esercizi di volo”, testi dalla vasta antologia ornitologica curata da Fabio Terraroli, presidente del museo Ornitologico presso la Rocca viscontea di Lonato del Garda, Bs. Nel Dicembre 2009 va in scena uno spettacolo-lettura sul Natale, curato ed interpretato dall’attrice Erika Renai, con l’accompagnamento musicale di Laura e Gianluigi: “Diamogli del tu” è una raccolta di testi e canzoni che riguardano la figura di Gesù, una sorta di osservazione del mistero del Natale che si infonde anche in chi si mostra incredulo o vorrebbe esserne indifferente. A cinque anni esatti dalla nascita dell’associazione, nel Maggio 2010, nasce “Ad ali spiegate”, recital musicale sui canti spiritual dei neri d’America. Gli interpreti degli spettacoli principali, Laura Gambarin e Gianluigi La Torre, sono anche i curatori rispettivamente della drammaturgia-regia e dell’aspetto musicale.

Il fondatore: Don Luigi Trapelli, nato a Lonato (BS) il 30 Dicembre 1964, viene ordinato sacerdote a Verona nel 1989. Dopo aver svolto il proprio ministero in tre diverse realtà parrocchiali, diventa cappellano della Scuola Allievi-Agenti della Polizia di Stato di Peschiera del Garda e della Questura di Verona. Dal 2005 è cappellano provinciale della Polizia di Stato di Verona, e dal Maggio 2011 è parroco di San Benedetto di Peschiera del Garda. Nel 2001 ha pubblicato presso l’editrice Queriniana di Brescia un fortunato libro dal titolo “Novantanove pecore dentro e una fuori”, nel quale racconta delle sue esperienze nelle discoteche, nei pub e negli stadi per coinvolgere giovani lontani dalle realtà parrocchiali. Accanto a queste figure ruota una cerchia di amici-colleghi, divenuti indispensabili nella promozione e nell’organizzazione degli eventi dell’associazione: fra tutti la presidente Elisabetta Smith, Daniela Cappa, Giovanni Mazzi e Piero Dalle Vedove che, con determinazione, credono in questo progetto e lo sostengono con fattiva professionalità. Impossibile elencare i moltissimi altri che si sono aggiunti nel frattempo, sostenendoci e seguendoci nelle tappe degli incontri e degli spettacoli, e fornendoci numerosi spunti per nuove iniziative e per migliorare il nostro lavoro.

Collobarazioni esterne: In crescendo il numero delle repliche e delle collaborazioni, tra le quali ne ricordiamo solo alcune: C.E.I. – centro pastorale della famiglia, Comunità Exodus e associazione Juppiter di Viterbo, Centri Pastorali della Famiglia e dei giovani di numerose diocesi, gruppo “Alfa Omega” di Bologna, Ass. “Oreundici” di Mario de Maio, ass. “Amici di Raphael”, Rotary Club, Soroptimist Italia. Accanto a questi gruppi maggiori ci sono poi le centinaia di realtà più piccole, come comuni, parrocchie, santuari, circoli, biblioteche, centri di cultura, scuole che hanno ospitato le nostre storie ormai in tutte le regioni d’Italia. Progetti correlati: Accanto e contemporaneamente agli spettacoli c’è molto altro: laboratori di teatro per adulti e per bambini, scuola di musica, teatro per le scuole, concerti pianistici e serate musicali.

Un commento

  1. Monica Cristifaletti says:

    Sono sempre stata interessata ad un coro gospel perché
    ho provato in passato l’emozione di cantare, solo in prova, in un coro in provincia di
    Lecco e da quando vivo a Salò, dal 2009, ho sempre desiderato potere ancora sperimentare
    quella emozione.
    Ho saputo da Rita del vostro spettacolo di ieri sera e vorrei approfondire, se possibile, la vostra
    conoscenza.
    Cordial saluti
    Monica

Lascia un commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>